CASA

Una vantaggiosa offerta per la fornitura di gas metano che garantisce la programmazione e il contenimento delle spese • ...

CONDOMINI

Sconti esclusivi per una proposta definita sui consumi reali del cliente, ed un piano tariffario di assoluta convenienza • ...

AZIENDE

Un'offerta personalizzata chiara e trasparente che si produce in un risparmio di sicuro interesse • ...

Il prezzo del gas naturale

In considerazione dei soggetti che intervengono nella filiera, il cliente finale si troverà a sostenere i costi a copertura dei rispettivi singoli servizi. Per quanto detto il cliente finale dovrà corrispondere importi a copertura dei costi relativi alla materia prima (servizi di vendita, commercializzazione all'ingrosso e vendita al dettaglio) e relativi ai servizi di rete (trasporto, stoccaggio e distribuzione), oltre alle imposte e ad eventuali oneri aggiuntivi.

Il prezzo del gas per il cliente finale: tariffa e imposte

Il prezzo del gas che paga il cliente finale è composto da tre parti: le tariffe, le accise e le imposte.
Le tariffe coprono i costi di approvvigionamento del gas, le attività di trasporto e stoccaggio, le attività di distribuzione e vendita.
Le tariffe si distinguono in tariffe relative ai Servizi di Rete e relative ai Servizi di vendita.

Le tariffe relative ai servizi di rete

Con Servizi di rete si intendono i Servizi di Trasporto, Stoccaggio e Distribuzione.
Le tariffe relative ai Servizi di Trasporto e Distribuzione sono distinte in quote fisse e quote variabili dove:

  • Le Quote Fisse sono definite per ciascun ambito tariffario;
  • Le Quote Variabili sono differenziate per scaglioni di consumo in funzione della quantità di gas consumate
  • Le tariffe relative al Servizio di Stoccaggio assumono un unico valore in diretta proporzione ai volumi di riferimento.

    Le componenti QTI, QS sono espresse in €/Gjoule (il joule è l'unità di misura dell'energia). Per convertirle in €/m3 (euro/metro cubo) è necessario moltiplicarle per il parametro PCS (espresso in Gj/m3). Quest'ultimo, differenziato per impianto e anno termico, esprime il potere calorifico superiore convenzionale, ovvero il contenuto di calore del gas naturale utilizzato.

    Le tariffe relative ai servizi di vendita

    Le tariffe di vendita sono composte da:

  • il corrispettivo di commercializzazione all'ingrosso (CCI) che l'Autorità riconosce alla Società di Vendita (Shipper) a copertura del costo d'acquisto del gas naturale;
  • il corrispettivo relativo alla vendita al dettaglio (QVD) che l'Autorità riconosce alla Società di Vendita (Trader) per la remunerazione dell'attività svolta;
  • la componente relativa agli oneri aggiuntivi (QOA) destinata alla copertura degli oneri generali di sistema definita dall'Autorità.
  • I corrispettivi CCI e QVD costituiscono la remunerazione delle Società di Vendita ed è generalmente su questi valori che le offerte commerciali dei vari competitor si differenziano.
    Le componenti CCI e QOA sono espresse in €/Gjoule (il joule è l'unità di misura dell'energia). Per convertirle in €/m3 (euro/metro cubo) è necessario moltiplicarle per il parametro PCS (espresso in Gj/m3). Quest'ultimo, differenziato per impianto e anno termico, esprime il potere calorifico superiore convenzionale, ovvero il contenuto di calore del gas naturale utilizzato.
    La componente QVD invece è composta da due parti: la prima, da applicare ai volumi di gas consumati, è espressa in €/Sm3 (Sm3 è il metro cubo standard, ovvero a PCS convenzionale), mentre l'altra, indipendente dai consumi, è espressa in €/anno per punto di riconsegna.

    Componenti di natura fiscale

    Alle tariffe sopra indicate vengono aggiunte in fattura imposte (erariale ed addizionale regionale) ed Iva.
    L'imposizione fiscale, incide sulla formazione del prezzo ai clienti finali attraverso le seguenti voci:

  • accisa, espressa in Euro/Smc, è articolata su diverse aliquote, differenziate per fasce annuali di consumo e per zona geografica;
  • addizionale regionale (solo se istituita dalla Regione; non si applica nelle Regioni a Statuto Speciale), espressa in Euro/Smc, anch'essa articolata per fasce annuali di consumo;
  • I.V.A, imposta sul valore aggiunto espressa in termini percentuali, applicata sull'importo complessivamente dovuto (comprensivo di accisa ed addizionale regionale) e differenziata per fascia di consumo del gas (10%, limitatamente ai corrispettivi riferibili ai primi 480 metri cubi consumati in relazione a ciascun anno solare; 20%, per i corrispettivi riferibili ai consumi eccedenti tale soglia).
  •  

    <- indietro avanti ->